“Spezziamo le catene”, Agugliano in piazza contro il femminicido

Hanno ballato, cantato, stimolato la riflessione e discusso, ma soprattutto ricordato ed espresso una solidarietà sincera alle tante – troppe – vittime del femminicidio. Agugliano ha celebrato la giornata nazionale contro la violenza sulle donne con una manifestazione allo stesso tempo di “piazza” e di… cuore. Sabato 23 novembre, un bel gruppo di concittadine ma anche una rappresentanza del Comitato Se non ora quando? di Osimo, ha risposto all’invito lanciato dall’Amministrazione Comunale aderendo al flash mob svoltosi in pieno centro storico e alla successiva cerimonia in sala consiliare. Sulle note di “break the chain” – “spezza la catena”, un inno liberatorio ed energico danzato seguendo la coreografia ideata da Sonia Sacco – ogni partecipante ha messo qualcosa di suo e di rosso. Indumenti, sciarpe, fasce, un nastro di tulle preparato dall’Amministrazione, ma anche i cartelli con i nomi delle donne uccise dalla violenza di genere. Un momento di unione proseguito ascoltando la proposta musicale di Aroldo Berardi nelle vesti di cantante che ha interpretato: “Per una donna” dei Pooh, “Quello che le donne non dicono” scritta da Ruggeri per F.Mannoia, “ Donne” di Zucchero”, “Più bella cosa” di E. Ramazzotti”, “Gloria” di U. Tozzi”, per poi trasferirsi dall’aperto della piazza all’atmosfera più solenne della sala consiliare arricchita dalla mostra di pittura di Anna Leonelli. La voce di Lorena Montagnoli e Sonia Sacco che hanno letto la traduzione di “break the chain”, ha introdotto gli interventi delle autorità sul tema: un contributo alla riflessione portato dal sindaco Lombardi, dal vice La Torre, dagli assessori Cesaretti, Berardi e Pellegrini e dall’assistente sociale Milena Mammoli. L’assessore Patrizia Pellegrini – che dell’evento è stata promotrice e organizzatrice – ringrazia tutte le persone che hanno collaborato attivamente ad una iniziativa che ha dato un valido apporto in termini di sensibilizzazione e approfondimento dell’argomento.

Nelle foto, alcuni momenti del flash mob, Aroldo Berardi in versione canora, gli interventi nella sala consiliare e la curatrice della mostra Anna Leonelli con il sindaco, l’assessore Pellegrini e alcune pittrici della Libera Universita’ delle tre età I Cinque Castelli”

flash mob2 DSC_7570 DSC_7631 flash mob1 DSC_7592 DSC_7519 DSC_7597 DSC_7588

Advertisements